News
Léger al Museo Correr di Venezia
Venezia dedica una mostra a Fernand Léger
04/03/2014
Venezia celebra la carriera di Fernand Léger, il celebre pittore francese nato nel 1881 e scomparso nel 1955, inserito nel Pantheon delle avanguardie di inizio Novecento. E' la prima volta che l'Italia ospita una ricca mostra che ruota attorno a Léger ed il merito dell'evento spetta al Museo Correr di Venezia dove l'8 febbraio scorso è stata inaugu...Leggi tutto
TEFAF a Maastricht
La Fiera dell'Arte di Maastricht
Gli appassionati d'arte e d'antiquariato si incontreranno a Maastricht, la città olandese che lega l...Leggi tutto
L'Arte Fiera di Bologna
L'Arte in Fiera e la Notte Bianca dell'Arte a Bologna
Grande attesa per Arte Fiera di Bologna, la fiera internazionale d'arte moderna e contemporanea giun...Leggi tutto
All'asta La Composizione Numero 2 di Mondrian
L'asta di Christie's del 4 e 5 febbraio
Piet Mondrian sarà protagonista di una delle principali aste dedicate alle opere d'arte moderna di q...Leggi tutto
Aste Record per l'Arte Contemporanea
Un trittico di Bacon battuto all'asta per 142,4 milioni di dollari
La crisi economica ed il mancato riconoscimento della cultura sono diventati due leitmotiv, ma le no...Leggi tutto

Piet Mondrian e l'Arte Astratta

La Vita di Piet Mondrian

Piet Mondrian nasce nella città olandese di Amersfoort il 7 marzo 1872 e si spegne a New York nel 1944, dopo una vita dedicata all'arte.

Il maestro del neoplasticismo intraprende la sua carriera pittorica aderendo alla tradizione olandese, fino al fortunato viaggio a Parigi negli anni Dieci.

La capitale francese sta vivendo un eccezionale momento di fervore artistico, ospitando diversi artisti delle avanguardie del primo Novecento ed in particolare i cubisti che irrestiscono Mondrian.

Ricasso rappresenta la prima tappa lungo la via della sperimentazione, un lungo percorso da cui nascono i primi quadri di Mondrian popolati di linee e colori.

Mondrian aderisce quindi all'astrattismo, raffigurando i soggetti attraverso linee e colori slegati dalla realtà percepibile con i sensi.

Le sue opere sconvolgono il pubblico, per poi catturarlo grazie all'immenso talento di Kandinsky, Malevich e di altri grandi artisti astratti.

Astrattismo che Mondrian declina in maniera personale, dando vita ad una corrente artistica destinata ad influenzare la pittura, l'architettura e la scultura.

Ci stiamo riferendo, ovviamente, al neoplasticismo, corrente che ha fatto della razionalità e della purezza delle forme un credo destinato ad influenzare l'architettura ed il design del secolo scorso e di quello attuale.

Un movimento creato da Mondrian, attraverso i suoi quadri con grandi rettangoli riempiti di colori primari e rigide linee, come l'ultimo capolavoro il Boogie Woogie della vittoria non terminato per la sopraggiunta morte del pittore olandese.

Gli ultimi anni della propria vita, Mondrian li trascorse negli Stati Uniti e proprio a New York fu allestita, un anno dopo la sua morte, un'esposizione delle sue opere dalle quali venne riconosciuto il particolare estro dell'artista.

Da allora si riconobbero in lui le qualità che l'avrebbero incluso tra i maggiori maestri dell'arte moderna. E dire che il padre si oppose fortemente alla sua iscrizione, quando Mondrian aveva appena compiuto vent'anni, ai corsi dell'Accademia di Belle Arti di Amsterdam che frequentò per tre anni.

Acquisita maggiore esperienza, egli sentì l'esigenza di mostrare nelle sue opere la realtà universale delle cose attraverso l'utilizzo delle linee rette e dello spazio colorato.

Essenziali erano gli elementi espressivi al punto che colori, linee e punti venivano da lui disposti seguendo un rapporto geometrico.

Le splendide opere di Mondrian sono esposte nelle gallerie di tutto il mondo, basta darvi un'occhiata per riconoscere che ad averle realizzate furono l'estro e la fantasia dell'artista.

Offerte Hotel